Admo

DONATORI ADMO, DONATORI DI VITA

 

L’Associazione Donatori Midollo Osseo è nata nel 1990.

Allora contava 2.500 donatori italiani, oggi supera i 362.000.

Ma in Italia c’è bisogno di almeno 1.000 donatori effettivi all’anno

 

Milano, febbraio 2016ADMO, l’Associazione Donatori Midollo Osseo, ha come scopo principale quello di informare la popolazione italiana sulla possibilità di combattere leucemie, linfomi, mieloma e altre malattie del sangue attraverso la donazione e il trapianto di midollo osseo.
Sono molte le persone che ogni anno in Italia necessitano di trapianto, ma purtroppo la compatibilità genetica è un fattore molto raro, e ha maggiori probabilità di esistere tra consanguinei. Per coloro che non hanno un donatore consanguineo la speranza di trovare un midollo compatibile per il trapianto è dunque legata all’esistenza del maggior numero possibile di donatori volontari tipizzati, dei quali cioè sono già note le caratteristiche genetiche, registrate in una banca dati.

Si valuta che in Italia siano necessari circa 1.000 donatori effettivi all’anno. Una stima che è destinata a subire un notevole aumento, se si tiene conto che il trapianto delle cellule staminali presenti nel midollo osseo è attualmente al centro di ricerche anche nel campo dei tumori solidi, mentre stanno diventando di routine alcune applicazioni in campo genetico, come nel caso delle talassemie.

In questo panorama, ADMO svolge un ruolo fondamentale di stimolo e coordinamento: fornisce agli interessati tutte le informazioni sulla donazione del midollo osseo e invia i potenziali donatori ai centri trasfusionali del Servizio Sanitario Nazionale, presso i quali vengono sottoposti alla tipizzazione HLA, che avviene con un semplice prelievo di sangue. I dati vengono poi inviati al Registro Italiano Donatori Midollo Osseo (IBMDR), presso gli Ospedali Galliera di Genova. E tutto avviene nel più assoluto rispetto della normativa sulla privacy. Nel 1990, anno di nascita di ADMO, i donatori italiani erano 2.500. Oggi sono oltre 362.000 (dati IBMDR aggiornati al 31 gennaio 2016).

Nata per volontà di un gruppo di persone fortemente motivate a creare, anche in Italia, una valida banca dati di donatori volontari, negli anni successivi alla sua fondazione l’Associazione Donatori Midollo Osseo è arrivata a coprire l’intero territorio nazionale grazie alla costituzione di ADMO regionali, associazioni autonome ma con uguale statuto e operanti sotto lo stesso marchio d’immagine – successivamente riunitesi nella Federazione Italiana – e coadiuvate da sezioni e gruppi.

ADMO Federazione Italiana ONLUS oggi è un’organizzazione senza scopo di lucro con personalità giuridica, che si occupa del coordinamento e dello scambio di informazioni fra le ADMO regionali e dei rapporti con gli organi centrali e con l’estero.

Un fondamentale successo dell’organizzazione ADMO in Italia è rappresentato dall’entrata in vigore della legge n° 52 del 6 marzo 2001, che riconosce il Registro Italiano Donatori Midollo Osseo e tutela la figura del donatore.