PedalareXdonare…un pò di noi agli altri.

Benvenuti a bordo. Pedalare da Ragusa ridente cittadina in Sicilia, a Carovigno, città dell’oasi WWF e della ‘Nzegna, in Puglia. Mille chilometri attraversando l’Italia da Sud a Nord. L’idea è percorrere tale distanza in bicicletta da corsa, in sei tappe per riunire gli amici, da nord a sud. Amici del pedale e del cuore, un cuore a forma di pedale. Un cuore grande per lo sport e per la voglia di sensibilizzare più gente possibile con un messaggio di vita, un messaggio solidale, un messaggio d’amore; pedalareXdonare. Pedalare e donare legati in un’unica parola. Chiunque potrà sostenerci. Ciurma, sveglia, tutti a rapporto da noi!!! Allacciate i caschi, si parte sul serio!!! Che l’avventura abbia inizio. Chi ci ama, non solo ci segua, ma CI SOSTENGA!!!

Partenza Ragusa 28 Maggio

 

Donazione di midollo osseo

Vorrei cercare di rispondere alle domande più comuni sulla donazione di midollo osseo, il significato di tipizzarsi, quali rischi si corrono, da dove viene prelevato ecc.

Per prima cosa midollo osseo non significa midollo spinale, quindi per prelevarlo non bisogna in alcun modo intaccare la colonna vertebrale. Infatti solitamente viene prelevato dalle ossa del bacino. Riveste particolare importanza perché contiene cellule staminali emopoietiche, cioè in grado di formare nuove cellule sanguigne. La donazione di midollo osseo è importante per i malati di leucemia.

Con la tipizzazione che consiste in un semplice prelievo di sangue si cerca di stabilire il grado di compatibilità che si potrà avere con un possibile donatore e si viene inseriti quindi nel Registro Italiano Donatori Midollo Osseo. Solo nel caso si dovesse risultare compatibili  (1 caso su 100.000), si viene chiamati per ulteriori analisi, per poter prelevare il midollo osseo, che può avvenire secondo 2 modalità:

  • da cresta iliaca: dopo ricovero in ospedale, viene effettuato il prelievo con un ago da biopsia dalle ossa del bacino e sotto anestesia. Il donatore può essere dimesso dopo 48 ore dopo aver ripreso le forze.
  • per staminoforesi: con un solo prelievo di sangue effettuato dal braccio del donatore, poi il sangue viene diviso nei suoi componenti. Qualche giorno prima del prelievo viene dato al donatore un farmaco che induce le cellule staminali a riprodursi.

Solo 1 donatore su 100.000 è compatibile e considerando che non ci sono eccessivi rischi per la salute credo che ci sia un dovere morale, anche se c’è la possibilità di salvare una sola vita

La partenza si avvicina…….

-179Days -15Hours -47Minutes -41Seconds

 

Pedalata 2016

 

Presentazione Carovigno pedalata 2017

Oggi presentazione a Carovigno con gli amici di Admo Brindisi, della pedalata del 28 Maggio.

III tappa….momenti

Mori-Carpi

Presentazione Bicigrill Trento

Noi siamo pronti…….Voi siete pronti per darci un aiuto. Cliccate “mi piace” sulla nostra pagina Facebook.

Fatti di un’altra pasta.

 

orecchietta

 

Il Cantico delle Orecchiette.

 

Apulia.

Apulia baciata dal sole e dal mare.

Apulia dal sapore di olio d’oliva.

Apulia culla di sapori genuini. 

Apulia dal profumo di grano arso, appena raccolto e macinato.

In Puglia, meta d’arrivo ed anche di partenza della nostra fantastica avventura, c’è tutto questo. Anzi la Puglia è tutto questo. La Puglia è tradizione tramandata da madre in figlio, da padre in figlio ed ancora da figlio in figlio. La Puglia è tradizione all’infinito, è sopratutto tradizione mediterranea. È ancora scrigno di cultura culinaria e di ricette lasciate in eredità dalle nostre nonne. Scrigno custodito anche dalla famiglia Ligorio di San Vito dei Normanni.

“Al Mattarello”, nel loro pastificio, fanno della tradizione un’arte. Arte e tradizione fuse, anzi impastate insieme ed applicate alla pasta. Pasta fatta ad arte. Pasta dal sapore di casa. Pasta dal sapore unico. Pasta dal sapore di Puglia. Pasta mediterranea. Pasta italiana. Eccellenza della tradizione e del made in Italy.

La famiglia Ligorio sarà presente alla nostra serata di gala il 28 Dicembre 2015 alle ore 18:00 nella fantastica location del Castello di Carovigno e ci regalerà un assaggio della nostra tradizione. Sono abituati al primato avendo avuto già diversi riconoscimenti in ambito internazionale. A loro spetta anche il primato della prima donazione.

Grazie.

L’Alchimista.

L'alchimista

Lo scalatore.

Raffaele Filomena,

47 anni farmacista di Carovigno, meglio sarebbe definirlo l’Alchimista.
Un fuscello di 58 kg, un perfetto fisico da scalatore; ed in salita Raffaele è uno che va senza timori reverenziali. Come l’alchimista di Coelho è un impavido avventuriero. La sfida che per alcuni sovrasta al solo pensiero è per lui pane quotidiano. È una terapia. Le sfide Raffaele le affronta con l’entusiasmo e l’incoscienza di un bambino, per cercare di spostare sempre più in alto l’asticella dei propri limiti. Limiti che però non conosce nemmeno lui. Ecco Raffaele non si pone limiti. Forse non ne ha. Un animo generoso ma al contempo schivo e timido, una volta scaldato apre il suo cuore a tutti.

Se Maometto dovesse incontrarlo, si farebbe convincere da lui a scalarla la montagna, magari con una compact, ma di sicuro in bicicletta.